Bonus gas, luce e acqua: automatici dal 2021

Aggiornamento Informazioni Bonus Sociale gas, luce e acqua: automatici dal 2021

Come deliberato dall’autorità per la regolamentazione dell'energia (ARERA), il bonus sociale per acqua, luce e gas diventerà automatico a partire dal 2021. Il bonus consiste nei bonus acqua, luce e gas e sono sconti sulle relative bollette per le famiglie in difficoltà economiche con ISEE fino a 8.265 euro e, nel caso di almeno 4 figli a carico, con ISEE fino a 20.000 euro.

I bonus possono essere cumulati e includere anche il bonus elettrico per disagio fisico che non ha requisiti economici ed è pensato per chi consuma più elettricità per apparecchiature mediche. I bonus hanno durata di 1 anno e saranno automatici nella loro richiesta e rinnovo dal 1° gennaio 2021.

Il bonus acqua ha un importo variabile a seconda della tariffa d'uso e assicura fino a 50 litri d'acqua al giorno a persona. L'erogazione avviene direttamente in bolletta per gli utenti indiretti (fornitura individuale) oppure tramite metodo di pagamento tracciabile e verificabile (accredito su cc bancario o postale, assegno circolare) per gli utenti indiretti (fornitura centralizzata). 

Il bonus luce è uno sconto sulla bolletta elettrica con un importo variabile a seconda dei componenti del nucleo familiare. Da € 125 per le famiglie con due componenti, a € 148 per 3-4 componenti fino a € 173 per le famiglie numerose con almeno 4 figli a carico. Il bonus dipende dalla fornitura e non varia se si cambia fornitore.

Il bonus gas garantisce uno sconto che dipende dai componenti del nucleo familiare, dal comune di residenza e dalla destinazione d'uso del gas. Il proprio tipo di fornitura determinerà se lo sconto verrà ricevuto in bolletta (utenti diretti) o come bonifico (utenti indiretti).

Come si richiede il bonus sociale?

Si richiede  al CAF o una comunità montana

Come viene erogato il bonus?

Chi ha il riscaldamento autonomo – i cosiddetti “clienti diretti” – lo riceve nelle 12 bollette successive alla presentazione della domanda. Per chi invece ha il riscaldamento condominiale, ed è dunque un “cliente indiretto”, il bonus viene erogato in un’unica soluzione tramite un bonifico domiciliato, che va riscosso in posta.

Quando il bonus sta per scadere, il sistema SGate invia una comunicazione per ricordare i termini entro i quali la domanda deve essere rinnovata.