Concerto di Capodanno e Premio Città di Silea Anno 2016

Il Vincitore Tuon

Silea celebra l’avvio del nuovo anno con il concerto “Viaggio intorno a Mozart”, a cura dell’Orchestra da camera “Giacomo Facco, musico veneto”, al cui termine verrà consegnato il tradizionale Premio Città di Silea, assegnato al Signor Ornello Tuon per l’impegno imprenditoriale e la generosità nei confronti degli emarginati.

OrnellloTuon con la moglie Graziella Vicini

Silea, 20 gennaio 2017 – L’Amministrazione Comunale di Silea, in collaborazione con la Scuola di Musica “A. Luchesi”, invita la cittadinanza al tradizionale concerto di capodanno “Viaggio intorno a Mozart”, domenica 22 gennaio 2017 ore 17.00, presso l’Auditorium parrocchiale di Silea, per augurare un sereno e prospero 2017 e, con l’occasione, assegnare il Premio Città di Silea anno 2016 che, istituito nel 2009, è diventato un tradizionale momento di festa per valorizzare i cittadini, le associazioni e i gruppi che contribuiscono a mostrare il volto migliore di Silea.

L’ottava edizione del premio, realizzata in collaborazione con le associazioni del territorio, si è arricchita di due importanti novità: l’assegnazione di un unico premio a maggioranza dei voti conseguiti in sede di Commissione d’esame delle candidature e la partecipazione dei singoli cittadini che hanno potuto segnalare i nominativi con relativa candidatura tramite una associazione di riferimento.

Il vincitore con voto unanime è Ornello Tuon, classe 1956, è titolare della ditta S.A.B. Riello Srl, che si occupa della manutenzione, riparazione, installazione e assistenza di bruciatori per impianti di riscaldamento e di condizionamento; l’azienda, costituita nel 1979, si è sviluppata fino a raggiungere l’impiego di trenta addetti, segno dell’impegno profuso nello sviluppo economico del territorio di Silea e per il senso civico con cui onora da sempre la sua responsabilità sociale di imprenditore.
Ornello è anche un uomo che si spende molto per gli altri, infatti, da oltre sei anni svolge un’attività di volontariato con la Comunità di Sant’Egidio, coadiuvato dalla costante presenza della moglie Graziella Vicini, suo esempio fin dai tempi in cui svolgevano attività presso l’ex manicomio di Treviso. La sua attenzione è rivolta agli emarginati della società, persone comuni che, a causa dei colpi della vita, hanno perso tutto, scivolando ai margini fino a diventare “invisibili”. Condividere il pasto con uomini senza fissa dimora significa soprattutto aver voglia di conoscere e riuscire a trasmettere vicinanza umana ed ascolto a quanti ne hanno bisogno; per questo, Ornello  ogni venerdì sera, dopo il lavoro, distribuisce panini ai senza tetto di Treviso, cercandoli nei luoghi meno noti della città in cui trovano riparo per la notte ed ogni ultima domenica del mese organizza una cena. In collaborazione con la Comunità della Parrocchia di Cendon organizza il pranzo di Natale ed una cena durante la sagra, occupandosi di tutti gli aspetti organizzativi, dal trasporto, alla cucina, alla condivisione del pasto; inoltre, fa il tutor per alcuni senzatetto, seguendoli nelle loro necessità giornaliere, dalle visite mediche, alla ricerca di un’opportunità lavorativa, unica strada per il riscatto sociale di cui hanno bisogno. 

Nel corso della premiazione verrà presentato il libro “Invisibili”, promosso dal Centro della Famiglia e dalla Comunità di Sant’Egidio, che raccoglie dieci racconti di nove autori e l’introduzione di Moni Ovadia, sui senzatetto di Treviso, il cui ricavato andrà a sostegno dell’avvio del progetto di reinserimento lavorativo per senzatetto e famiglie indigenti, mediante la realizzazione di orti sociali in collaborazione con il Comune di Treviso. Le immagini sono opere realizzate da dieci studenti del Liceo Artistico di Treviso, selezionati dal critico Marco Goldin tra 250 illustrazioni partecipanti al concorso di grafica “Non chiamatemi barbone”.

In apertura il concerto “Viaggio intorno a Mozart”, a cura dell’orchestra d’archi “Giacomo Facco, musico veneto”, proporrà un itinerario musicale tra le sonorità di Mozart, Salieri e Haendel, con la partecipazione del soprano Carlotta Gomiero e sotto la direzione di Luca Dalsass.
L’ensemble, nata nel 2011, prende il nome da Giacomo Facco, strumentista e compositore nato a Campo San Martino, centro prossimo a Camposampiero, nel 1670, morto a Madrid nel 1753 dopo essere stato per molti anni al servizio del Principe delle Asturie. L’orchestra può vantare collaborazioni artistiche importanti come quella con, ad esempio, Monica Cattarossi, Marco Dalsass ed Arrigo Carnio, oltre ad essersi esibita in occasioni di particolare rilievo, come “Armonia di Vie”.

Un inizio d’anno all’insegna della musica classica per augurare alla cittadinanza un sereno e prospero 2017, attraverso un viaggio nel panorama musicale mozartiano

L’Assessore Rosanna Potente

Un’edizione ricca di novità che mira ad una sempre più larga partecipazione, per rendere questo premio patrimonio della comunità silese, quale occasione per tutta la comunità per crescere e rafforzare le sue radici positive che ci sono e vanno valorizzate dalle istituzioni e da chi vive il territorio. In straordinaria armonia l’esito della votazione, che ha visto la vittoria del Signor Tuon con voto unanime da parte della Commissione sia per l’impegno nella crescita del tessuto imprenditoriale locale, sia nella gratuità e benevolenza con cui incide nella crescita sociale del nostro territorio mediante la sua attenzione verso gli ultimi

L’Assessore Rossella Cendron

VIAGGIO INTORNO A MOZART
Domenica 22 gennaio 2017, ore 17.00
Auditorium parrocchiale di Silea
Ingresso libero.