COMUNE DI SILEA E TV PRESSING UNITI PER LA SOLIDARIETA

“Una giornata particolare per sostenere integrazione e solidarietà.” Così il Sindaco di Silea, Silvano Piazza, presenta:
“UN CALCIO PER L’INTEGRAZIONE” Partita di calcetto organizzata da Comune di Silea e TV Pressing Domenica 18 dicembre alle ore 10.30 presso lo Stadio di Sant'Elena di Silea.

“La partita di calcio tra i giornalisti e i profughi – spiega Tiziano Grazziotin, presidente Tvpressing- sarà evidentemente solo l'occasione per una giornata di festa, con un pranzo tutti assieme e la consegna di alcuni doni simbolici ai ragazzi africani presenti nelle comunità della zona.”

“I cittadini di Silea hanno accolto con affetto i cinque profughi scappati dalla Libia- spiega il Sindaco di Silea- d'altronde non ho mai dubitato dello spirito d’accoglienza di questo territorio. L’inserimento dei cinque ragazzi nel progetto di lavoro volontario (quindi non retribuito) presso la casa di riposo per anziani, un’azienda del territorio e le scuole comunali, sta procedendo senza intoppi, ma anzi sta offrendo ai cinque ragazzi una reale opportunità di integrazione: per imparare l’italiano, per scambiare quattro chiacchiere con i colleghi, per fare parte concretamente di una comunità. Non solo perché lo dice un pezzo di carta. I cinque ragazzi ora sono inseriti in un progetto di lavoro volontario nella casa di riposo Fondazione Villa d’Argento e nelle scuole elementari di Silea. Il lavoro, ed anche lo sport sono momenti decisivi per favorire un reale processo di aggregazione.”

Parteciperà anche un rappresentante dell'Avis - TvPressing da anni è testimonial dell'associazione - che parlerà di come si sta sensibilizzando anche il mondo del'immigrazione sul tema della donazione.
TvPressing è sostenuta da "Astoria Vini" e Ristorante "da Celeste", con "Lotto" come sponsor tecnico. Inoltre la solidarietà si sposa con l’enogastronomia per fare una integrazione concreta anche a tavola: la comunità marocchina preparerà un cous cous al radicchio, per unire la tradizione marocchina con la tradizione veneta e chissà, potrebbe uscirne un nuovo prodotto da lanciare sul mercato. L’iniziativa è possibile soprattutto al supporto della signore della Parrocchia e della società Calcio Sant’Elena che collaboreranno alla realizzazione del pranzo sociale.