SCUOLE A SILEA: 459.500€ STANZIATI AL COMPARTO DELL’ISTRUZIONE

SCUOLE A SILEA: 459.500€ STANZIATI AL COMPARTO DELL’ISTRUZIONE
BOOM DI ISCRIZIONI: AGGIUNTA UNA SEZIONE ALLA MEDIA DI SILEA
Potente, assessore istruzione: “Abbiamo collaborato con l’istituto comprensivo per ottenere una sezione di prima media in più a Silea e mantenere la prima elementare a Sant’Elena. Un risultato per nulla scontato”

Silea 20 settembre. “Una sezione in più alle medie e il mantenimento della prima elementare a Sant’Elena, nonostante il calo demografico per i nati nel 2004. Un risultato molto soddisfacente, per nulla scontato.” Così l’Assessore all’istruzione, Rosanna Potente presenta alcune novità per l’anno scolastico 2010-2011.

“Quest’anno molte famiglie provenienti da fuori Comune hanno scritto i loro figli alla media di Silea ed è per questo che abbiamo aggiunto una sezione. La situazione è opposta per la prima elementare di Sant’Elena: le iscrizioni hanno risentito di un calo demografico per i nati del 2004. In entrambi i casi l’amministrazione comunale si è attivata con l’istituto comprensivo per rispondere alle istanze dei genitori e mantenere, o aumentare, le sezioni e i servizi dedicati alla scuola in ogni frazione. Senza la prima elementare a sant’Elena, ad esempio, sarebbero sorti gravi disagi per le famiglie in relazione al trasporto e all'organizzazione complessiva del menage familiare, con genitori costretti a fare lo slalom tra plessi diversi per andare a prendere i figli alla stessa ora, senza contare lo svilimento culturale e sociale comportato dalla mancata formazione di una classe in una comunità, come quella di S. elena, che si riconosce anche nella propria scuola primaria”

“Non è stato facile, ma si tratta di fare una scelta di campo - prosegue l’assessore Potente - soprattutto in un momento in cui i trasferimenti statali sono diminuiti e i comuni sono costretti a tagliare anche il necessario per cultura e istruzione. La giunta di Silea ha deciso invece di percorrere una inversione di rotta, con politiche a favore dell’istruzione e del diritto allo studio.

Abbiamo destinato, ad esempio, 84.500 € per sostenere il POF (piano dell’offerta formativa) con i 36.500 per il tempo integrato e il rimanente per progetti di integrazione per alunni stranieri o diversamente abili, per l’orientamento e per promuovere il Valore della Memoria”.
Inoltre la giunta Piazza ha stanziato ulteriori 375.000€ per:

  • mensa scolastica (stanziati 165.000€);
  • trasporto scolastico (stanziati 50.600€)
  • le borse di studio per gli studenti licenziati dalla scuola media con una votazione di 9 e 10
  • servizio di nonni vigile (stanziati 22.900 €)
  • a cui si aggiungono i contributi per i testi scolastici (contributi e libri in comodato: 47.000 €).