Inizio lavori della pista ciclabile del Melma

pista ciclabile melma

Silea avrà entro l’estate una nuova pista ciclo-pedonale lungo il fiume Melma; progetto è nato da uno studio di fattibilità eseguito dagli studenti dell’Università di Architettura di Venezia Iuav durante il workshop “Paesaggi Lineari” tenutosi nel mese di settembre 2014 e parte del progetto SileLab.

Pista ciclabile lungo il fiume Melma

Silea, 2 dicembre 2015 – L’Amministrazione Comunale di Silea avvia i lavori di realizzazione di un percorso ciclabile e pedonale lungo il fiume Melma, un’opera di potenziamento delle infrastrutture il cui importo complessivo ammonta a 200.000 euro, di cui 130.000 finanziati dalla Regione Veneto a seguito della vincita di un bando pubblico e 70.000 di investimento comunale.

Il tratto di percorso oggetto della riqualificazione collega viale della Libertà con via Roma, per una lunghezza di oltre 460 metri eseguiti principalmente lungo la sponda destra del fiume Melma; la sede del percorso verrà realizzata in terra battuta stabilizzata, e questa ridisegnerà alcuni limiti fisici esistenti per favorire la creazione di un parco urbano aperto, fruibile, illuminato con luci a led e dotato di nuove e più adeguate sedute rispetto a quelle esistenti.

I lavori sono iniziati con la pulizia degli argini da vegetali e apparati radicali infestanti e proseguiranno nei prossimi giorni con l’abbattimento degli alberi individuati in cattiva salute o appartenenti a specie non autoctone. I progetti ed i tecnici hanno posto grande attenzione in fase di redazione del progetto all’apparato vegetale, stabilendo che tutte le piante tolte verranno sostituite con nuove piantumazioni in numero congruo rispetto agli alberi abbattuti e aumentandone laddove possibile la quantità.

E’ con orgoglio che guardo l’avvio dei lavori in quanto l’opera è il frutto di sinergie di professionisti che lavorano sul territorio nel segno della tutela e della salvaguardia del paesaggio. Ringrazio l’arch. Matteo D’Ambros che come sempre lavora con grande passione e dedizione, il botanico Bernardino Carpenè che con la sua esperienza ha supervisionato le delicate decisioni riguardanti la vegetazione, l’arch. Paolo Checchin che coordina la sicurezza dell’opera e ovviamente tutti i tecnici del Comune che da tempo lavorano a questo progetto. In questo periodo abbiamo iniziato anche ad incontrare i cittadini che verranno coinvolti nella realizzazione di altre due opere simili, ovvero la pista ciclabile di via Creta e quella di via San’Elena che porta a Canton. Opere tanto attese quanto diventate indispensabili nel contesto in cui viviamo.

Il Sindaco Silvano Piazza

Il nostro territorio presenta bellezze ineguagliabili e molti sono i progetti in atto per la valorizzazione del nostro patrimonio culturale, turistico e paesaggistico. L’Amministrazione ha sempre avuto un occhio di riguardo verso i progetti di mobilità lenta già con progetti come il passo a barca di Cendon; segno concreto dell’impegno è rappresentato dal numero sempre crescente delle piste ciclabili, sia per tutelare gli utenti deboli della strada che, come in questo caso, per valorizzare il nostro territorio attraverso la creazione di infrastrutture di importanza strategica anche per il rilancio turistico del territorio.

L’Assessore Rossella Cendron

L’opera verrà fatta nel pieno rispetto dell’ambiente, con un occhio di riguardo nella scelta di abbattimento e sostituzione di  alcuni vegetali. Lo scopo è quello di privilegiare le piante tipiche delle nostre zone, nell’ottica del miglioramento del microclima dell’area.

L’Assessore Mario Canzian