Grande prova di solidarietà a Silea

La cronistoria della raccolta straordinaria a favore delle popolazioni terremotate del Centro Italia, per portare chiarezza ad una vicenda sul buon esito delle spedizioni e per ringraziare la grande generosità dei cittadini di Silea e di tutto il territorio trevigiano che, ancora una volta, si sono contraddistinti per tempestività ed operato.

Silea, 18 ottobre 2016 – L’Amministrazione Comunale di Silea nel desiderio di portare chiarezza in merito alla raccolta straordinaria a favore delle popolazioni colpite dal sisma del Centro Italia dello scorso agosto, in occasione della seduta del Consiglio Comunale tenutosi ieri sera, presso la sede municipale di Silea, ha dato ampia e documentata risposta, per mezzo dell’Assessore Antonella Cenedese e dell’Assessore Rossella Cendron, di seguito riportata.

  • mercoledì 24 agosto 2016

Nella notte tra martedì 23 e mercoledì 24 agosto un  sisma di magnitudo 6 colpisce alcuni paesi dell'Italia Centrale: Amatrice, Accumoli, Arquata tra quelli divenuti più tristemente noti. L'epicentro è nella zona della Valle del Tronto tra le provincie di Rieti e di Ascoli Piceno. Il bilancio delle vittime è di 298 morti e oltre 4800 sfollati.

  • giovedì 25 agosto 2016

Nelle ore immediatamente successive al terremoto la macchina della solidarietà si mette in moto in tutta Italia. Anche a Silea sono moltissime le persone che si chiedono e chiedono all’Amministrazione Comunale come poter aiutare le popolazioni terremotate, attraverso l'invio di denaro o di generi di prima necessità. Il giorno stesso l’Assessore Antonella Cenedese scrive alla Protezione Civile Regionale  delle Marche e della Provincia di Rieti, utilizzando i canali ufficiali accreditati messi a disposizione dal dipartimento nazionale della Protezione Civile, per chiedere indicazioni precise rispetto al tipo di materiali da raccogliere, così da poter strutturare la raccolta in maniera adeguata ed essere utili ed efficaci.

Nel pomeriggio del giorno successivo al sisma, l’Amministrazione decide di convocare, per il giorno successivo, un tavolo di lavoro per raccogliere idee sul da farsi e disponibilità a gestire un'eventuale raccolta di materiali, sulla base delle indicazioni che perverranno dalle competenti autorità, leggasi Protezione Civile Regionale Marche e della Provincia di Rieti. Al tavolo vengono invitate anche le due Caritas di Silea e Cendon e la Protezione Civile di Silea.
Sempre il giovedì pomeriggio gli Assessori Cendese e Cendron  incontrano un membro della Protezione Civile di Silea, il quale riferisce di essere partito da Treviso con una colonna della Protezione Civile di 60 uomini il giorno prima e di essere dovuto tornare indietro in quanto le strade erano ancora impraticabili. Tale membro della protezione civile riferisce di dover ripartire il lunedì successivo sempre con la Protezione Civile. In quella sede gli Assessori gli riferiscono di aver contattato la Protezione Civile delle Marche e di Rieti e di essere in attesa di indicazioni precise su cosa fare per l'invio di aiuti, dunque, chiedono suggerimenti in base all’esperienza di volontariato in occasione di sisma precedenti. Egli riferisce che in occasione del terremoto dell'Emilia ha visto arrivare molte cose ma non i giocattoli, tanto che in tale circostanza,  ha deciso di comprarne di tasca sua; riferisce anche del freddo che investe le regioni colpite e che quindi potrebbe essere utile raccogliere indumenti invernali, rendendosi disponibile a portare con sé un po' di giocattoli e un po' di indumenti invernali già il lunedì successivo se il Comune si attiva.


L’Amministrazione Comunale decide pertanto di diffondere, dopo averne condiviso il testo con l'interessato,  un comunicato a mezzo social media, app del Comune, volantini e mail alle associazioni del territorio. Il comunicato recita testualmente:

  • Aiuti urgenti x popolazioni colpite dal terremoto.
  • Raccolta straordinaria nel Week End.

L'Amministrazione Comunale di Silea, in attesa di ricevere dalle competenti Autorità indicazioni precise sul tipo di beni di prima necessità da raccogliere ed inviare alle popolazioni colpite dal recente terremoto nell'Italia centrale, organizza una raccolta urgente e straordinaria di giocattoli per bambini e indumenti invernali puliti e in buono stato.
A tale scopo

  • sabato 27 agosto 2016, dalle ore 8.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle 18.00
  • domenica 28 agosto 2016, dalle ore 9.00 alle 12.00

il Municipio (ingresso laterale - Ufficio IMU) resterà aperto per raccogliere le donazioni di giocattoli e indumenti invernali puliti e in buono stato che vorremmo già poter consegnare lunedì approfittando della partenza di alcuni volontari della Protezione Civile di Silea, verso le zone interessate dal sisma. Gli stessi ci hanno indirizzato verso la raccolta di questo genere di beni, sulla scorta delle esperienza già maturate in situazioni di calamità analoghe.
Ulteriori informazioni rispetto alla raccolta di altri materiali e fondi saranno divulgate non appena saremo nelle condizioni di farlo, sapendo che tutto ciò che sarà raccolto verrà consegnato in mani certe.

Confidiamo nella generosa e tempestiva collaborazione della cittadinanza e nell'aiuto da parte vostra condividendo queste informazioni attraverso i vostri contatti.                                                        

  • venerdì 26 agosto 2016

Si tiene in municipio una riunione a cui sono stati invitate e partecipano  le due Caritas di Silea e Cendon e la Protezione Civile di Silea con un proprio rappresentante. L’Assessore Cenedese riferisce di essere in attesa di indicazioni dalla Protezione Civile del Centro Italia. Si discute anche  dell'eventuale possibilità di aprire un conto corrente per raccogliere fondi e si propone, per una questione di snellezza e rapidità, che sia la Protezione Civile di Silea a valutare di aprire il conto corrente. Ciò potrebbe velocizzare le operazioni evitando le lungaggini burocratiche del Comune e consentirebbe di comprare in tempi rapidi ciò che potrebbe essere utile. Si chiede al rappresentante della Protezione Civile presente di parlarne con gli altri membri del gruppo e riferire al Comune. La Signora Erika Tola, cittadina di Silea di origine marchigiana, presente alla riunione, riferisce di avere contatti diretti con la Croce Rossa di Civitella d'Agliano e si rende disponibile a trasportare ciò che si deciderà di portare già il sabato successivo, dato che si recherà nelle Marche per recuperare i figli in vacanza dai nonni. Si organizzano i turni per raccogliere i giocattoli e gli indumenti invernali nel week end immediatamente successivo.

  • sabato 27 agosto 2016

Alle 8.00 si apre in municipio la raccolta di giocattoli e indumenti invernali. In base ai turni strutturati il giorno precedente sono presenti quattro persone per accogliere e sistemare la merce.  A poche ore dall'inizio della raccolta il salone del Comune attrezzato per stoccare il materiale è già pieno di materiali. Anche il piazzale del municipio lato biblioteca  è pieno. Giungono indumenti e giocattoli da tutta la Provincia in quanto pare che il Comune di Silea sia l'unico in zona ad essersi mosso con celerità. Molte delle persone che si recano in municipio per donare si rendono disponibili a dare una mano per accogliere le donazioni e sistemare il materiale. Altre si rendono disponibili per la cernita del materiale giunto, altre ancora per recuperare scatoloni presso i supermercati in quanto il flusso degli arrivi è straordinario. E inaspettato. La raccolta continua tutto il giorno e alla sera sono già pieni di scatoloni un'altra stanza e il sottoscala.

  • domenica 28 agosto 2016

Si riaprono i battenti. Ad aiutare le persone di turno con l'Assessore Cendron si fermano in tantissimi. Alla fine della mattinata sono occupati anche i corridoi, l'archivio e l'intero appartamento dell'ex custode. E' giunta una quantità davvero  inaspettata di materiale: giocattoli, indumenti (per la maggior parte invernali) come da indicazioni fornite col comunicato ma anche, seppur in quantità ridotta rispetto al resto, materiali di cancelleria, libri per bambini, generi per l'igiene personale, occhiali, pannolini, assorbenti e coperte. All'atto della raccolta finché è stato possibile parlare con le persone che si recavano in municipio per lasciare il materiale donato, si è precisato che ciò che non sarebbe stato ritirato dalla Protezione Civile per le popolazioni colpite dal terremoto sarebbe stato comunque destinato a persone bisognose del nostro territorio. Oltre alla sede del Comune anche la Parrocchia di Sant'Elena, sollecitata dalla Caritas di Cendon, si attiva con alcuni volontari e raccoglie molto materiale che sarà poi trasportato in municipio la settimana successiva.
Con una mail prot. 13767 del 29.08.2016  il Responsabile dell'Ufficio Volontariato del Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile della Regione Marche comunica testualmente: “Nel ringraziarvi della disponibilità ad inviare generi per le popolazioni colpite dal sisma vi allego i dati relativi ad un deposito adibito alla raccolta del materiale donato gestito dalla protezione civile regionale ed operativo da lunedì 29 agosto a partire dalle ore 8. Grazie di cuore a tutti voi. Indica la sede del magazzino in località Maltignano, Strada Provinciale Valditronto, gestito dalla Protezione civile Regionale e specifica che non verrà ritirato materiale in piccole quantità consegnato da singoli cittadini”.
L’Assessore Cenedese contatta telefonicamente tale Responsabile per capire in che modo si debba spedire la merce. Il Responsabile dice di pazientare perché se è vero che hanno messo a disposizione il deposito di Maltignano è anche vero che sino a quel momento si sono occupati di salvare vite umane e chiede di ricontattarlo dopo qualche giorno.

  • martedì 30 agosto 2016 e per tre settimane

A partire dal martedì 30 agosto, nel corso delle tre settimane successive alla raccolta, per interi pomeriggi gruppi di volontari di 12 a volte 15 persone hanno aiutato a fare la cernita e la suddivisione del materiale per tipologia, sesso ed età. Una volta suddivisa la merce in scatoloni sono stati preparati i bancali imballati per la spedizione. Ben 5 bancali di giocattoli vale a dire circa 150 scatoloni di giochi e ben 20 bancali di indumenti il che significa grosso modo un bilico. A tutte queste persone va il plauso dell’Amministrazione Comunale di Silea, che non avrebbe potuto gestire tutte le fasi successive alla raccolta senza di loro. Grazie dunque a tutti loro. E grazie anche alle ditte che hanno regalato gli scatoloni: si parla di circa 750 scatoloni.

  • venerdì 2 settembre 2016

L’Assessore Cenedese contatta personalmente Telefono Azzurro di Treviso, avendo saputo dai tg nazionali che i volontari di Telefono Azzurro sono presenti nelle tendopoli allestite nelle zone colpite, con lo scopo di chiedere se sono interessati a ricevere giocattoli. L'Associazione di Treviso indica il numero verde della segreteria nazionale  da contattare per avere le informazione esatte ove consegnare i giochi, dunque, si scrive alla segreteria Nazionale per avere indicazioni.


In tale sede, l’Assessore ricontatta la Protezione Civile delle Marche per sapere se ci sono novità e le rispondono di organizzare l'invio del materiale tra minimo tre/quattro settimane in quanto le donazioni sono state così tante anche da parte di singoli cittadini che hanno problemi di spazio, rassicurando che verso la fine di settembre e i primi di ottobre il materiale sarà senz'altro ricevuto. Precisano che ritireranno tutti gli indumenti.

  • sabato 3 settembre 2016

I cittadini Erika Tola ed Emanuele Andreuzza consegnano nelle mani degli operatori della Croce Rossa di Civitella d'Agliano, in rappresentanza del Comune di Silea, il primo carico di aiuti per le popolazioni colpite dal sisma. Un piccolo carico di materiale, quello che ci stava nell'automobile,  stipata di articoli di cancelleria, pannolini, alcuni  giocattoli, libri per bambini e prodotti per l’igiene personale.

  • lunedì 5 settembre 2016

La Giunta Comunale accoglie la richiesta avanzata dall'ANCI e delibera di garantire attività di intervento, supporto e collaborazione nei confronti delle città colpite dal sisma, autorizzando l'invio di dipendenti comunali appartenenti al Corpo di Polizia Locale previo avviso a tutto il personale, in base alle adesioni volontarie, peraltro manifestate dal nostro agente Riccardo Bellin, tenuto conto delle indicazioni del coordinamento ANCI.  Al momento non si è reso necessario alcun invio.

  • martedì 6 settembre 2016

S.O.S. Telefono Azzurro di Roma comunica che il materiale raccolto può essere consegnato presso la sede di Roma indicandone la sede per essere poi recapitato nei prossimi periodi presso le zone terremotate. Precisano la richiesta di materiale didattico e giocattoli.
mercoledì 7 settembre 2016


Giunge la risposta ufficiale della protezione Civile della Regione Lazio che nel ringraziare per la generosità e la disponibilità fornisce i recapiti dei Centri di Raccolta da contattare per gli invii di beni, vestiario e viveri non deperibili (Comune di Posta, Comune di Borbona, Comune di Cittareale, Comune di Rieti, Comune di Sant'Agostino).

  • giovedì 8 settembre 2016

L'Assessore Cendron si attiva per organizzare i trasporti. Scrive al Presidente di Confartigianato Treviso per chiedere la collaborazione dell'associazione di categoria per portare a termine l'obiettivo di portare aiuto alle popolazioni colpite dal sisma individuando alcuni trasportatori del territorio che possano aiutarci a portare a destinazione i materiali raccolti.

  • martedì 13 settembre 2016

Parte il secondo carico: Destinazione TELEFONO AZZURRO piazza Carlo Forlanini Roma. La ditta di Autotrasporti LUCA BOZZO di Jesolo consegnerà il materiale alla sede nazionale di Telefono Azzurro a Roma il 21.09.2016  senza alcun onere per il Comune di Silea.

  • giovedì 15 settembre 2016

Interrogazione urgente della Lista Civica "Uniti per cambiare Silea" con cui si chiedono chiarimenti in merito alla destinazione dei beni raccolti e allo stato dei rapporti con il Presidente della locale Protezione Civile.

  • venerdì 16 settembre 2016

La Lega Nord Liga Nord di Silea indice una conferenza stampa e invita con un post in Facebook  delle 12.36 a sintonizzarsi la sera sulle emittenti locali e a comprare i quotidiani del sabato per vedere dove è andato a finire il materiale raccolto per gli sfollati. 


Il Sindaco Silvano Piazza e l’Assessore Antonella Cenedese rilasciano interviste ad Antenna3 e Reteveneta precisando lo stato delle cose. I tg della sera danno evidenza dell'esito straordinario della raccolta e della destinazione degli aiuti. Peccato che poi  altrettanta solerzia non sia stata usata dalla Lega di Silea  e tantomeno dall'altra fantomatica pagina Facebook che si chiama PARLIAMO DI  SILEA ed usa impropriamente lo stemma comunale, per riportare quei servizi televisivi. Diversamente questi signori sono stati velocissimi  a diffondere  l'articolo apparso ne IL GIORNALE e che recita “COSI' GLI IMMIGRATI RUBANO I BENI RACCOLTI PER I TERREMOTATI. ECCO LA FOTO DELL'INGIUSTIZIA”. E nel web è circolata la foto di una famiglia di Silea che carica uno scatolone in un furgoncino.

  • sabato 17 e domenica 18 settembre 2016

I quotidiani “Il Gazzettino”, “Tribuna” e “Trevisotoday” pubblicano un articolo sull'argomento. L'articolo di “Trevisotoday” viene ripreso e manipolato ad arte dal “ Il Giornale”. Secondo “Il Giornale” pare che il Comune, targato PD, non sapendo che fare del materiale raccolto regali la roba ai profughi.  L'articolo de “IL GIORNALE” viene a sua volta ripreso da un sito XENOFOBO dal quale viene fatto intendere che il materiale raccolto per gli sfollati viene distribuito ai clandestini. La notizia viene ripresa da tre bloggers che si occupano di controinformazione BUFALE un tanto al kilo, BUFALE.NET, DAVID.PUENTE. E' evidente il chiaro intento diffamatorio de “IL GIORNALE”.

  • mercoledì 21 settembre 2016

Vengono consegnati al vettore Cester Diego, referente del mandamento locale della Confartigianato, n. 11 bancali contenenti indumenti, scarpe - per deposito temporaneo del materiale in attesa di avere il via libera dalla Regione Marche.

  • lunedì 26 settembre 2016

Vengono consegnate all'Associazione “Società San Vincenzo De' Paoli” n. 17 coperte e piumoni –destinati al “Centro Ascolto Caritas” di Silea, per essere distribuiti gratuitamente alle famiglie indigenti del Comune.
mercoledì 28 settembre 2016
Vengono consegnati al vettore Cester Diego referente del mandamento locale della Confartigianato,  ulteriori n. 9 bancali contenenti indumenti, scarpe  per il deposito temporaneo del materiale in attesa di avere il via libera dalla Regione Marche.

  • venerdì 30 settembre 2016

Giunge un attestato a firma del presidente di Telefono AZZURRO nazionale con cui ringraziano sentitamente per la donazione di materiale ludico destinato al Progetto "Emergenza Terremoto Centro Italia".  Contestualmente l’Assessore Cenedese viene contattata dal dott. Alessandro Bonanno, addetto ai rapporti con le istituzioni di Telefono Azzurro nazionale che, ringraziando, riferisce di una delle donazioni di giocattoli più importanti della storia di telefono AZZURRO nazionale. Chiede di poter essere invitato in Consiglio Comunale per poter ringraziare personalmente l'Amministrazione Comunale di Silea e la cittadinanza tutta e preannuncia di voler realizzare in segno di riconoscenza progetti importanti a favore dei bambini di Silea. L’Assessore preannuncia che il Consiglio si terrà verosimilmente verso metà ottobre.

  • giovedì 6 ottobre 2016

Sempre grazie alla collaborazione della ditta LUCA BOZZO Autotrasporti di Jesolo viene consegnato il bilico di indumenti al deposito di Maltignano indicato dalla Protezione Civile.

  • martedì 11 ottobre 2016

La protezione Civile regionale delle Marche scrive una nota prot. 16629 dell'11 ottobre:
Oggetto: bilico di indumenti.
Testo: la presente per informare che il camion con gli indumenti è regolarmente arrivato ed il materiale è stato stoccato presso dei locali messi a disposizione del corriere GLS in una zona industriale nei pressi del magazzino di Maltignano, magazzino gestito sempre dagli stessi volontari di quello di Maltignano. Grazie di tutto anche a nome della popolazione colpita dal sisma.

  • giovedì 13 ottobre 2016

L'Associazione di Promozione Sociale MARCALAB di Treviso scrive:
La sottoscritta Tiengo Monica legale rappresentante dell'A.P.S. MARCALAB dichiara di aver ricevuto una donazione di n. 18 coperte in data 12.10.2016. Tale donazione è destinata al progetto di volontariato di sostegno ai senza fissa dimora nel quale siamo impegnati. ringraziamo per la cortesia dell'Amministrazione Comunale di Silea attenta a sostenere le associazioni che a scopo di volontariato conseguono progetti sociali.
 

Siamo molto contenti  di  aver saputo interpretare e cogliere il sentimento delle centinaia di persone che hanno voluto mettersi in gioco per una nobile causa, a più livelli, donando, venendo in municipio ad aiutare per settimane, recuperando o regalando scatoloni, trasportando la merce gratuitamente.
L'esperienza della raccolta di aiuti per le popolazioni colpite dal sisma è stata una grande prova di  solidarietà, di  partecipazione e di  senso di appartenenza ad una comunità. Siamo davvero  orgogliosi di aver raccolto e consegnato un bilico e mezzo di materiale. In particolar modo, siamo molto contenti di aver raccolto una quantità enorme di giocattoli e di averli donati ai bambini delle zone colpite dal terremoto per il tramite di TELEFONO AZZURRO.  Ogni bambino ha diritto di giocare, ogni bambino ha diritto ad un sorriso.
L’atteggiamento della Lega di Silea volto a screditare con ogni mezzo l'Amministrazione Comunale, a mettere in cattiva luce l’operato mio, del Sindaco e dall’Assessore Cendron parlando di mala gestione, gettando ombre sulla destinazione del materiale raccolto, riferendo di  roba regalata giusto perché non si sapeva cosa farne, di presa in giro per chi ha donato, di  viveri giacenti in municipio solo perché il materiale è stato imballato in scatoloni recuperati al supermercato che all’esterno recavano la scritta di una nota ditta produttrice di biscotti e cracker quando di viveri in municipio è giunta una sola confezione di latte in polvere è innanzitutto irrispettoso delle centinaia di persone che hanno aderito all'appello del Comune e reso possibile l'invio degli aiuti. Un atteggiamento che offende la verità ancor prima che le persone.
La realtà è che siamo già in campagna elettorale ed ogni occasione è buona per dare addosso agli immigrati. Anche il terremoto. Penoso! Veramente di pessimo gusto gettar fango sull’operato dell’Amministrazione, mettendo alla gogna una famiglia di colore di Silea, divulgandone la foto. Evidentemente  dietro queste boutade c’è  come al solito l’idea del “prima gli italiani” che in fondo, se ci pensiamo bene, non è diversa dal “prima gli ariani” o “prima i miei amici”.

C'è da chiedersi da quando in qua un atto di solidarietà ne annulla un altro? Da quando in qua la generosità verso qualcuno in difficoltà si esprime togliendo l’aiuto a qualcun altro? Affermazioni di incitamento all’odio. Solo di questo sono capaci. Ed è vergognoso!.

L’Assessore Antonella Cenedese