Gabriele Curtolo dona un'opera sulla libertà al Comune di Silea

opera libertà

Silea, 4 maggio 2017 – Il Comune di Silea riceve in dono del maestro Gabriele Curtolo la scultura in ferro battuto sul tema della libertà, rappresentata della figura di un uccello che cerca di liberarsi dalla rete che lo imprigiona. L’opera, che misura m. 2,50 di apertura alare, presenta un’altezza di 4 metri e pesa 5 quintali, è stata installata, su desiderio del maestro Curtolo, nell’area verde della rotonda di Lanzago, crocevia di importanti arterie stradali e cuore pulsante della frazione che ospita da qualche messe il mercato comunale.

opera libertà

l maestro Curtolo realizzò l’opera nel 1980 all’età di 29 anni, ricavando la figura da una lastra di ferro di recupero, spessa 3 cm e pesante 5 quintali, che gli venne regalata dalle ferriere trevigiane, un tempo situate in zona Fiera, dove fungeva da pavimento della fabbrica per impedire la rottura del cemento sotto le colate di ferro. La comunità silese beneficia, dunque, della bellezza di una seconda opera dello scultore, che realizzò nel 2010 il monumento per l’AVIS di Silea, collocato in Piazza Donatori del Sangue.

Gabriele Curtolo, classe 1951, è un artista trevigiano che inizia a lavorare in un laboratorio di ferro battuto, appena terminata la scuola media, comprendendo subito le potenzialità della sua maestria. Infatti, vince a vent’anni il primo premio della “Mostra di Arti Figurative di Tarcento” (Ud), a cui seguirono numerose esposizioni ed altrettanto numerosi riconoscimenti sia in Italia sia all’estero.

Le sue opere spaziano in vari contesti come, ad esempio, restauri in ville venete e nel centro storico di Treviso, portali cimiteriali, cancelli e recinzioni per ville moderne, sculture, trofei per associazioni sportive e culturali, oggetti per arredamento, ecc. Ha partecipato ad alcune realizzazioni artistiche all’estero, come il “Monumento al Tempo”, eseguito nel 2000 a Ybbsitz (Austria) assieme ad altri fabbri provenienti da tutta Europa, su disegno del prof. Alfred Habermann.

Nel corso degli anni ’90 ha insegnato in vari corsi tenuti dal Comune di Stia (Ar) e dall’Associazione Artigiani – CNA – di Castelfranco Veneto, oltre ad aver ospitato nel suo laboratorio vari studenti che avevano frequentato i corsi organizzati dal Centro Europeo a San Servolo (Ve), di cui è titolare della cattedra di ferro battuto dal 2001. Ogni estate tiene un corso presso il centro de “Los Oficios” a Leon, in Spagna.

Il suo laboratorio ha sede a Silea dal 1979, ad un passo dalla Restera.